Buona Notte del Rettor Maggiore: i lavori del Consiglio generale

martedì 2 agosto 2011
Buona Notte del Rettor Maggiore: i lavori del Consiglio generale

Come consuetudine, a conclusione della sessione plenaria del Consiglio Generale, il Rettor Maggiore ha informato i salesiani della Casa generalizia, nel corso del tradizionale pensiero della “Buona Notte”, del lavoro svolto nei due mesi di lavoro. Una “Buona Notte” aperta a tutti salesiani del mondo.

Avviata ufficialmente il 1° giugno e conclusa oggi, 29 luglio, la sessione plenaria estiva ha visto rinnovarsi l’appuntamento con il corso di formazione per gli ispettori di recente nomina; una occasione di incontro e dialogo con il Rettor Maggiore e il Consiglio generale  che ha come scopo primario quello di rafforzare l’unità nella Congregazione, garantire l’autonomia e la sussidiarietà nell’esercizio del ministero di animazione e governo dei superiori delle circoscrizioni. “Questo ci permette di aiutarli a situare il loro servizio in sintonia con il progetto storico che porta avanti la Congregazione dopo il Capitolo Generale. - ha precisato Don Chávez - Si tratta di un impegno che riteniamo assolutamente necessario”.

Altri appuntamenti peculiari sono stati gli Esercizi Spirituali, predicati da don Andrea Bozzolo, professore di teologia dogmatica alla Crocetta di Torino, a Santa Fosca, sul tema: Cristo, Don Bosco e i Giovani. “Per noi gli Esercizi sono stati una occasione di riposo fisico e spirituale, di recupero di energie, ri-ordino della propria vita e ri-definizione del cammino spirituale”; e l’incontro con il Consiglio Generale delle Figlia di Maria Ausiliatrice a Castel Gandolfo caratterizzato dal tema e dal cammino di preparazione al bicentenario nella nascita di Don Bosco: “Questo tipo d’incontri semestrali dei due Consigli Generali è significativo in se stesso, soprattutto ora quando diventa sempre più crescente la tendenza a creare sinergia istituzionale e a portare avanti progetti comuni”.

L’agenda dei lavori è stata rispettata: la presentazione della Strenna 2012, la nomina di 5 nuovi Ispettori, lo studio delle relazioni di 10 Visite Straordinarie e delle Regioni America Cono Sud e Interamerica, queste ultime due già analizzate durante la sessione intermedia di marzo.

L’ambito economico ha visto la distribuzione dei fondi raccolti dalle Procure “grazie ai quali possiamo dare l’aiuto necessario alle ispettorie più bisognose”, ha puntualizzato il Rettor Maggiore, e l’approvazione del Bilancio consuntivo 2010 presentato dal sig. Jean-Paul Müller, Economo generale.

Il Consiglio generale ha affrontato anche la ridefinizione della Circoscrizione speciale Europa Est, ormai prossima a una nuova configurazione giuridica, e del “Don Bosco International”, che ha lo scopo di rappresentare civilmente la Congregazione in Europa e che ha visto l’avvicendarsi di don Angel Astorgano a don Meinolf Von Spee.

A tre anni dalla conclusione del Capitolo Generale 26, il Consiglio ha verificato la programmazione del sessennio; una verifica di metà percorso che ha evidenziato, da una parte, la mole di lavoro svolto e anche una buona realizzazione del progetto, e, dall’altra parte, la consapevolezza che i cambiamenti di mentalità sono lenti  e chiedono tempo ed accompagnamento.

Nel concludere la Buona Notte, Don Chávez ha ringraziato i salesiani della Casa generalizia per il lavoro che svolgono a favore dell’intera Congregazione e ricordato alcuni appuntamenti in agenda per lui e i Consiglieri: il Congresso Internazionale di Maria Ausiliatrice in Polonia, le Visite d’Insieme in Europa Ovest, Europa Nord (CIMEC/Polonia/Est) e Interamerica, la celebrazione del 16 agosto al Colle Don Bosco che aprirà ufficialmente il triennio di preparazione del Bicentenario e la partecipazione alla Giornata Mondiale della Gioventù di Madrid.