Festa pre-adolescenti a Bova Marina

martedì 10 marzo 2015
Festa pre-adolescenti a Bova Marina

BOVA MARINA 08/03/2015

 

L’appuntamento annuale che quest’anno ha visto come protagonisti i pre-adolescenti della Calabria Salesiana ha avuto come location l’oratorio dei salesiani di don Bosco di Bova Marina, un ambiente che ha saputo contenere e gestire la grinta e la gioia di ben 155 ragazzi provenienti dagli ambienti salesiani di tutta la regione. 

I ragazzi della regione più a sud dell’Ispettoria Meridionale si sono messi in viaggio alle prime luci dell’alba verso la meta della festa, da subito orientati e entusiasti non solo di incontrarsi ma soprattutto di raggiungere l’obbiettivo della festa ovvero di “DI-MOSTRERE I PROPRI TALENTI”; era appunto questo lo slogan trascinatore di tutta la giornata.

 I ragazzi delle scuole medie, pre-adolescenti appunto, all’arrivo sono stati catapultati nella classica e coinvolgente animazione di accoglienza, tradizionale e tipica del carisma salesiano e insieme a tutti i delegati della regione hanno sfidato i nuvoloni sopra il cortile centrale della struttura di Bova Marina con bans e inni di ogni genere. Subito dopo, i laboratori dei talenti, ovvero piccoli gruppi dove i ragazzi hanno messo in gioco le proprie capacità attraverso teatro, ballo, ginnastica ritmica, mimica, animazione da palco, clwnerie, scrittura creativa, doppiaggio comico, gadget. Ogni laboratorio si occupava di far sperimentare ai ragazzi un talento, per comprenderlo e farlo proprio. La giornata nonostante la pioggia è proseguita secondo i programmi come stabilito dalla Consulta Regionale che in questa occasione ha dimostrato ancora una volta l’unità e l’affetto che si respira dall’inizio di questo nuovo straordinario anno. Durante la celebrazione eucaristica della giornata Don Piervito Pepe, delegato per il MGS della pastorale giovanile calabrese, ha ricordato l’importanza dei propri talenti, di metterli a servizio del prossimo ma soprattutto del  Signore che li dona ad ognuno per farli fruttare al meglio. Subito dopo il pranzo giochi liberi hanno fatto in modo che i ragazzi, attraverso sfide e divertenti balli, fossero incentivati a conoscersi e confrontarsi. La giornata si è conclusa in chiesa, a causa della pioggia, le esibizioni sono state spostate all’interno, e ogni laboratorio ha messo in scena ciò che aveva costruito e ideato. Tantissime le idee che i ragazzi hanno messo a disposizione di tutti. Soprattutto i primi tre classificati (ballo, teatro e scrittura creativa) hanno saputo racchiudere all’interno del loro elaborato i criteri di valutazione, ovvero, spendibilità, creatività e competenza.

Dopo i saluti da parte di Don Piervito , di Suor Anna Maria Nuzzo ( responsabile MGS pastorale giovanile per le FMA) e della coordinatrice MGS Calabria, Roberta Vaccaro, i ragazzi hanno ricevuto il gadget che appunto il laboratorio ha realizzato per tutti, e altri realizzati dagli animatori della casa ospitante. Immortalata la bellezza della giornata i ragazzi sono ritornati nelle loro case carichi di gioia, entusiasmo e talenti appunto. Questi incontri e questi momenti ci danno ancora una volta la testimonianza di come un semplice prete, di cui quest’anno il mondo salesiano e non festeggia i 200 anni dalla nascita, è riuscito ad unire giovani di ogni parte del mondo sotto un unico grido di RAGIONE, RELIGIONE E AMOREVOLEZZA.

 

 

                                                                                                                                        ROBERTA VACCARO