Pristina

Scuola Elementare, Media - Scuola Superiore: indirizzo umanistico - Liceo elettrotecnico: indirizzo informatico e telecomunicazioni - Centro di Formazione Professionale - Oratorio Festivo - Centro Giovanile

Pristina

 

Cenni storici

Per la prima volta i Salesiani arrivarono in Kosovo, esattamente a Ferizaj, durante il 1938 con i primi salesiani sloveni: don Josip Radoha (1887-1956) e don Franc Skuhala (1904-1973), che a parte la parrocchia, diressero anche l’oratorio. Don Franc Skuhala viaggiava anche a Prizren (seconda città di Kosovo per grandezza), perché a lui era stata affidata la cura spirituale del Seminario di Prizren. A Ferizaj i salesiani rimasero durante il periodo (1938-19639). Janjeva: parrocchia di lingua croata. I salesiani restarono lì nel periodo 1942-45 e poi nel 1949-1967. Alcuni anni dopo i salesiani arrivarono ancora dalla Slovenia a Janjeva, avendo cura pastorale delle due filiali di questa parrocchia abitate dai kosovari di lingua albanese: Peshter e Pristina. In mezzo a questi salesiani c’erano: Vinko Sraka (+1966), Stefan Kouter (+1981), Joze Bakan (+1998), Joze Pungercar (+1993), Franc Kuhar, Geld Karel, Anton Rozmaric, Branko Smole, Marko Rajkovic, Lojze Kovacic ecc. Peshter: la capelania del Kosovo che è diretta all’inizio dai salesiani di Janjeva nel periodo 1949-1967, poi dai salesiani di Pristina nel periodo 1967-1989. Dopo questo si rende indipendente e nel 1990 viene affidata ai diocesani. Pristina: all’inizio Pristina era sotto tutela di Janjeva, poi dal 1958 e fin d’ora è una parrocchia indipendente. Il primo parroco era don Joze Bakan (1958-1966), il secondo don Franc Skuhala (1966-1971), il terzo don Zef Gashi (1972-1992) - attuale Arcivescovo di Montenegro (Antivari). Ora parroco è don Nosh Gjolaj, mentre l’incaricato dell’Oratorio è don Izidor Lukic. Il 23.08.1995 viene sottoscritto il contratto tra i salesiani, esattamente tra l’ispettoria di Lubiana e il vescovo della diocesi di Kosovo, mons. Nik Prela. Per la parte salesiana il contratto venne firmato da don Stanislav Hocevar, ispettore salesiana dell’Ispettoria di Lubiana. Il contratto obbliga le due parti e per 30 anni ai salesiani si affida la parrocchia di Pristina, con possibilità di prolungare il contratto ancora per altri 30 anni. A Pristina si sta costruendo anche il Centro “Don Bosco” con Scuola Professionale e Centro Giovanile in un terreno di 3. ettari verso la Pianura del Kosovo. Dall’anno 2000 la comunità di Pristina, ufficialmente appartiene all’Ispettoria Meridionale. Mentre prima apparteneva all’Ispettoria Slovena.

 

Comunità

P. KHONG HUU Hien GB - Animatore Scolastico, IncOr
P. QERIMI Skender - Dr, Ps, ASC
P. MIHAJ Tome - Vc, Ec

 

Informazioni

pristina@donboscoalsud.it
http://www.donbosko-kosova.com
Fb: Qendra Social-Edukative “Don Bosko” - Prishtinë

 

Contatti

Qendra Social-Edukative “Don Bosko”
Rruga Don Bosko, 15
10000 Prishtinë
KOSOVËS
Recapiti telefonici:
00383.038.600.169 (Centralino)
00383.038.600.889 (Scuole Elementare e Media)

Eventi Ispettoria

loading eventi

News ANS

Newsletter

Mantieniti aggiornato, ricevi le nostre news