Esercizi spirituali in contesto povero

venerdì 14 settembre 2018
News in Vocazioni e Missioni

Gli esercizi spirituali in contesto povero vissuti dal 17 al 27 Agosto 2018 presso l’Oasi del Buon Pastore, a Scampia, si sono rivelati una esperienza forte, che ha completamente travolto me e le mie “compagne di avventura”.
Son stati giorni vissuti a pieno al fianco dei ragazzi che abbiamo incontrato. Dalla mattina fino alla sera fra loro, nel proporgli testimonianze, momenti di preghiera, giochi ed attività laboratoriali che, come tematica di fondo, avevano il TEMPO: dono da impiegare nel miglior modo possibile e da non sprecare
 ed il SOGNO: l’importanza di sognare cose grandi, di puntare ad orizzonti alti e di difendere questo sogno a denti stretti, dinanzi a chi tenta di rubarli, di strapparli e portali via.

La prima felicità di un fanciullo è sentirsi amato”: è questo quello che si tocca con mano a Scampia. Lì dove spesso mancano gli affetti famigliari, dove da ragazzi non si hanno molte prospettive per il proprio futuro, ma anche dove a far vibrare le corde del cuore di un bambino è la tua semplice Testimonianza e presenza gratuita fra loro che, inevitabilmente, fa vibrare forte anche il tuo cuore.
Lo stesso cuore che continua a vibrare di Gioia Vera anche a distanza di quasi un mese, grazie a quei tanti ragazzi ai quali la tua mente ha rubato sorrisi, storie, condivisioni, chiacchierate ed abbracci per poi imprimerli nel tuo cuore fino a farti svegliare al mattino, sempre ed ancora, con quel sorriso e quella grazia che hanno contraddistinto quegli esercizi spirituali in contesto povero.
 E’ stata un’esperienza di fede travolgente, di cui è difficile spiegare, scrivere, parlare..per questo lascio che a parlare siano le parole che, l’ultima sera lì a Scampia, abbiamo consegnato ai ragazzi:

“Ed eccoci ragazzi, son passati 9 giorni per noi molto intensi, pieni di gioia.

San Severo,

Caserta,

Santeramo in Colle,

Napoli Vomero,

Brindisi,

Potenza,

Molfetta..

... Scampia.

Dialetti diversi, storie con tante sfumature particolari, trascorsi, caratteri, percorsi.. tutto diverso e, al tempo stesso, unico.

Siamo arrivate e ci avete accolte in un modo speciale: travolgente, pieno di gioia. Ogni giorno al mattino, al pomeriggio e alla sera, al nostro arrivo ci siamo trovate di fronte degli uragani.

Sì, uragani..

Uragani che travolgono tutto quello che lì circonda.

Ci avete travolte con la vostra gioia, ci avete stupite perché con semplici attività, vi siete sempre messi in gioco. Ci avete travolte perché, nonostante la stanchezza, siamo sempre rientrate a casa condividendo i momenti più belli ed ognuna di noi ne aveva sempre di diversi.

Siamo arrivate qui dopo un anno di formazione e, probabilmente, non avremmo potuto desiderare esperienza migliore.. perché adesso,per davvero, torniamo a casa con un bagaglio pesante: pieno di amore, di ricordi, di affetto spontaneo e sincero. Un bagaglio che, ormai, fa parte di tutte noi.

Non possiamo che ringraziarvi per tutti i gesti che con estrema sincerità e gratuitamente avete avuto nei nostri confronti.

Adesso rientreremo nelle nostre realtà, quelle più vicine e lontane, ma il nostro augurio è che possiate, ogni giorno,

Impiegare il vostro tempo in opere buone,per voi e per gli altri,

Non rinunciare mai a tutti quei sogni di cui ci avete raccontato, di raggiungerli con la forza e la determinazione che vi contraddistinguono..

Di non conformarvi mai alle circostanze, ma di scegliere con la vostra testa ed il vostro cuore.

Abbiamo avuto la fortuna di conoscere una Scampia bellissima, quella stessa Scampia che troppo spesso viene martoriata.

Ed è proprio vero, ragazzi, quello che diceva don Bosco,il  nostro papà che ci ha insegnato a sognare: siete TUTTI LADRI, MA NON COME DICONO IN GIRO, SIETE LADRI.. AVETE RAPITO I NOSTRI CUORI.

Vi vogliamo bene..

Teniamoci vicini nei ricordi e nella preghiera.”

Non ci resta che pregare per tutti questi ragazzi, dai volti semplici, dalle storie complicate, dai sorrisi luminosi, raggianti e preziosi più di 1000 diamanti.

Paola Settembre

Torna all'archivio

Eventi Ispettoria

loading eventi

News ANS

Francia – Un campo estivo in mezzo ai giovani rom, grazie a “ESPERE”

(ANS – Lille) – Nel 2010 Danièle Sciacaluga, una Salesiana Cooperatrice, ebbe l’occasione ... leggi tutto

Thailandia – Due Salesiani nelle province più pericolose del Paese

(ANS - Yala) – Le tre province più a sud della Thailandia, quelle di Yala, Pattani e Narathiwat, ... leggi tutto

Spagna – Elettronica e Autismo: costruire ponti per la comunicazione

(ANS – Pamplona) – Il progetto “Elettronica e Disturbi dello Spettro Autistico: costruire ... leggi tutto

Newsletter

Mantieniti aggiornato, ricevi le nostre news