Festa dello Sport in Calabria

venerdì 24 novembre 2017
News in Pastorale Giovanile

Una giornata di festa, di gioco e di sport sano all'insegna dell'amicizia, si è svolta Domenica 19 Novembre con il “Raduno Festa Cnos Sport”.

Più di 150 ragazzi provenienti dagli oratori di Locri, Corigliano Calabro e Soverato si sono dati appuntamento presso l’Oratorio Salesiano di Bova Marina, per dare vita, insieme ai loro amici bovesi, ad una giornata caratterizzata da sport e competizioni nel puro stile salesiano.

La manifestazione, che ha visto coinvolte le categorie “pulcini”, “esordienti” e “giovanissimi”, è stata preceduta dalla Santa Messa presieduta dal direttore dell’Opera Salesiana di Bova Marina, don Gaetano Nalesso.

Subito dopo si è dato inizio ai vari tornei, che hanno visto come vincitori le categorie “Pulcini” ed “Esordienti” di Bova Marina e la categoria “Giovanissimi” di Corigliano Calabro. La giornata si è conclusa con il momento formativo tenuto da don Piervito Pepe, responsabile del MGS (Movimento Giovanile Salesiano) Regionale,  e i saluti del direttore, don Gaetano Nalesso. In entrambi gli interventi è stato sottolineato il senso di giornate come queste: promuovere uno sport educativo – in linea con la mission del CNOS Sport - e far conoscere e diffondere le buone pratiche e una nuova cultura sportiva. Ad ogni partecipante è stato donato un portachiavi con l’effige di don Bosco e di Maria Ausiliatrice e alle case presenti una statuetta di Maria Ausiliatrice, la Madonna di don Bosco. Prossimo appuntamento il 10 dicembre nella casa salesiana di Locri.

C’è comunque da far notare che questo è il secondo grande appuntamento sportivo organizzato e ospitato dall’Oratorio Salesiano di Bova Marina. Infatti, domenica 29 ottobre, si è svolto il consueto e consolidato appuntamento denominato “don Rua Day”. Circa 1000 i ragazzi provenienti da diverse parti della Calabria, si sono sfidati sul campo di calcio e di volley in un clima di amicizia e di sano agonismo, secondo i valori tradizionali dello spirito salesiano nello sport: festa, gioco, educazione, rispetto, amicizia, fair play. La formula, ormai collaudata, li ha visti prima partecipare alla Santa Messa, presieduta dall’Incaricato dell’Oratorio di Bova Marina, don Rino Carignano, durante la quale è stato presentato un aspetto della figura di don Rua, primo successore di don Bosco e fondatore della Casa Salesiana di Bova Marina. Questo anno si è voluto sottolineare il fatto che don Rua, vivendo accanto a Don Bosco per 26 anni, ne assorbì il suo spirito, del quale una componente essenziale era la devozione a Maria Ausiliatrice. Don Rua diceva spesso: “Possiamo ripetere con Don Bosco che tutto ciò che abbiamo, lo dobbiamo a Maria SS.ma Ausiliatrice”. Per questo il motto della giornata è stato: “Dobbiamo tutto a Lei!”. Una festa dello sport sotto lo sguardo ed il manto della Madonna! Dopo la messa sono iniziati i vari tornei sui campi di calcio e di volley, per poi gustare il pranzo gentilmente offerto dalle mamme dell’Oratorio ospitante. Il momento conclusivo non poteva che richiamare il motto della giornata, per questo è stata donata ad ogni squadra partecipante una statuetta di Maria Ausiliatrice, affinché, tornando a casa, ognuno si senta protetto ed amato dalla Vergine Santissima… proprio come ha insegnato don Bosco!

Dunque due appuntamenti nello stile salesiano, una sempre nuova occasione per fare dello sport e del confronto in gara, un momento di conoscenza, di formazione personale e comunitaria e quindi di vita associativa. È in questo contesto che lo sport diventa scuola di fraternità, scoperta degli altri, speranza, momento di consapevolezza e quindi di ricerca di senso della vita.È l’immagine dello sport come contributo alla formazione integrale della persona umana, quella che l’Oratorio Salesiano di Bova Marina persegue ormai da anni. Una immagine da tutti i punti di vista lontana e contrastante con quella che le cronache di sport ci trasmettono. Un’immagine che si costruisce grazie anche ai momenti formativi ai quali gli “alleducatori” prendono parte per essere abilitati a saper far sintesi tra sport e formazione, tra agonismo e ricerca creativa dei valori che sono alle radici dello sport come della vita: lealtà, altruismo, impegno generoso, senso della giustizia, tolleranza, dialogo, collaborazione. 

Torna all'archivio

Eventi Ispettoria

loading eventi

News ANS

  Nessun contenuto disponibile

Newsletter

Mantieniti aggiornato, ricevi le nostre news