Bova Marina

Parrocchia - Oratorio - Centro Giovanile - Cappellanie

Bova Marina

 

Cenni storici

L’idea di chiamare i Salesiani a Bova Marina (una cittadina 43 Km da Reggio Calabria) fu di monsignor Raffaele Rossi, il quale fu vescovo di Bova negli anni 1895 –1899, uomo dalla mente aperta alle nuove esigenze. Appena arrivato a Bova e vedendo la distanza dalla marina, monsignor Rossi pensò di stabilire come centro della sua azione Bova Marina. Qui vi era già il seminario nella zona “Spina Santa”, costruito dal vescovo precedessore, monsignor Rozzolino, che aveva costruito anche l’Episcopio. Monsignor Rossi chiese al Superiore Generale, don Michele Rua, beato e I° successore di Don Bosco, che mandasse i suoi salesiani per il seminario. Dopo alcune visite e trattative da parte del Superiore il 24 luglio 1897, ci fu la firma della convenzione tra monsignor Rossi e don Rua con cui fu stabilito che sarebbero arrivati i Salesiani e avrebbero preso la direzione del seminario. Così nell’ottobre 1898 ebbe l’incarico di direttore della casa don Giovanni Motta. Don Motta, un salesiano di Brescia, che aveva ricevuto la veste proprio da Don Bosco, arrivò con tre chierici alle 9.00 di sera del 20 ottobre 1898 a Bova Marina, attraversò a piedi la zona che intercorreva tra la stazione ferroviaria e il seminario dell’Immacolata Concezione. L’opera fu tanto cara a don Rua che visitò più volte l’istituto per infondere coraggio e fiducia. La vita nel seminario era molto austera. I Salesiani avevano tutte le scuole, dalle elementari alla teologia e, quindi,portavano il seminarista fino all’ordinazione sacerdotale. Dagli inizi fino al 1906 vi erano tutti questi corsi frequentati sia da chierici della diocesi e sia da alcuni salesiani, tra questi don Piscitello, don A. Fasulo (che poi ha girato molto per far conoscere don Bosco attraverso films e lungometraggi). Ritornando alla vita di quel tempo, bisogna dire che Salesiani e seminaristi non hanno mai avuto né luce elettrica né acqua portata con l’acquedotto, ci si serviva dell’acqua piovana raccolta in cisterne e per bere veniva un asinello e la portava con i barili. Naturalmente non avevano né parrocchia né oratorio però invitavano gli abitanti a frequentare il teatro dove facevano molte rappresentazioni (commedie, farse, drammi). Fu questo il primo modo che i Salesiani usarono per farsi conoscere. Poi nel 1911 venne su il primo oratorio, l’oratorio S.Emilio, e poco a poco si organizzarono i Cooperatori Salesiani, gli Ex allievi… Per circa cinquant’anni dal 1908 al 1946, i Salesiani abitarono nel seminario. Però questo era in condizioni fatiscenti per i danni subiti dal terremoto del 1908 e dai bombardamenti del 1943. Non potendo restare lì i Salesiani con a capo don Alessi, dal 1947 alloggiarono in una casa privata. I bovesi per evitare che i Salesiani se ne andassero da Bova Marina, raccolsero dei fondi e chiesero al dottor Pugliatti il suolo per costruire una nuova Opera. E così tra il 1949 e il 1950 fu costruito il nuovo Istituto l’attuale oratorio Salesiano. In questo edificio oltre l’oratorio vi era la scuola media frequentata da ragazzi esterni di Bova Marina e paesi limitrofi. La scuola Salesiana funzionò fino al 1962. Nel 1962 fu direttore-parroco don Giacomo Manente e in questi anni si avviò la costruzione del Tempio “Don Bosco” , di un nuovo seminario, di una nuova casa vescovile (l’attuale canonica) e del teatro dell’oratorio.Poi con l’arrivo del vescovo di Bova, monsignor Aurelio Sorrentino (dal 1962 al 1966) si inaugurò il monumento bronzeo della Madonna del mare. Nel rievocare le vicende della Comunità Salesiana a Bova Marina in questi anni vengono sottolineate le doti umane e religiose di tanti Salesiani che si sono susseguiti nell’Opera salesiana bovese. Il più illustre è senz’altro don Luigi Mathias, giovane assistente dei seminaristi negli anni 1908-1911, il quale in seguito fu arcivescovo a Madras in India. Poi si possono ricordare don Alessi, don Manente, Monsignor Giuseppe Cognata, fondatore delle Salesiane Oblate del Sacro Cuore, e così via… Essi “ seminavano ovunque con la pratica genuina di don Bosco” .

 

Attivita e servizio apostolico

FAMIGLIA SALESIANA Fare parte della Famiglia Salesiana significa avere un Padre comune (don Bosco), una missione comune (la salvezza dei giovani) uno Spirito comune (il sistema preventivo di don Bosco). Questa eredità comune deve essere vissuta, ovviamente, in spirito di Comunione con i Superiori Salesiani e con tutti i membri della Famiglia Salesiana . (dalla Carta di Comunione delle Famiglia Salesiana Don Bosco Roma 1995). Oggi fanno parte della Famiglia Salesiana di Bova Marina: • I Salesiani Don Bosco (S.D.B.) • Le Figlie di Maria Ausiliatrice (F.M.A.) • I Cooperatori Salesiani (A.C.S.) • Gli Animatori dell’ Oratorio • Gli Exallievi/e • L’associazione di Maria Ausiliatrice (ADMA) ORATORIO L’Oratorio è un attivo centro propulsore e ancor più fervido punto di incontro di nuove attività apostoliche sociali e culturali. Occupando una vasta zona del lato Ovest di Bova Marina la chiesa “don Bosco” con annesso l’Oratorio Salesiano Centro Giovanile accoglie ragazzi e giovani offrendo campetti di calcio, basket, pallavolo, videoteche, biblioteche, giostrine, sale riunioni, sala multimediale, teatro ed un ventaglio di attività in un territorio privo di altri centri ricreativi ed educativi . PROGETTO “INSIEME OLTRE IL 2000” I Salesiani, le Figlie di Maria Ausiliatrice e i laici impegnati a Bova Marina, sono convinti che , oggi più che mai, l’attuale situazione socio-culturale e soprattutto l’azione educativo—pastorale esiga una sinergia di interventi tra le varie agenzie presenti sul territorio. In particolare, la Comunità Educativo-Pastorale ha ripensato e riprogettato la presenza salesiana in paese al fine di rendere un servizio più qualificao ai ragazzi/e e giovani e di facilitare il raggiungimento degli obiettivi comuni alla missione salesiana. Pertanto la presenza salesiana a Bova Marina, offrirà ai ragazzi/e e, ai giovani e alle giovani di crescere armonicamente in un clima di familiarità e di incontro, attraverso una molteplicità di prposte educative in un unico Oratorio - Centro Giovanile. Le due opere (Salesiani e Figlie di Maria Ausiliatrice) costituiscono un unico Oratorio con due centri operativi. L’unità è garantita in sede di programmazione e di verifica, da un unico Consiglio Oratoriano e da un unico gruppo di Animatori . Le attività, le iniziative, le manifestazioni, ecc. programmate nel Consiglio dll’Oratorio-Centro Giovanile, si svolgono tenendo conto degli spazi delle strutture, in uno dei due centri tenedo sempre presente del Piano Pastorale Parrocchiale e procedendo di comune accordo con il Consiglio della CEP. Il Centro Operativo dei Salesiani ha come destinatari i preadolescenti, gli adolescenti e tutta la fascia giovanile. Il Centro Operativo delle Figlie di Maria Ausiliatrice privilegia le fasce della scuola materna, elementare, delle medie e del biennio femminile, entrambi curano la formazione umana e cristiana. AREE DI INTERESSE Il Centro– Giovanile, volendo offrire svariate proposte giovanili e molteplici possibilità di scelta, è strutturato secondo aree di interesse e di impegno: • Area Liturgico-Vocazionale • Area Culturale-Sociale • Area Artistico Espressiva • Area Ludico Sportivo GRUPPI E ATTIVITA’ L’oratorio Centro Giovanile organizza attività culturali e sociali(giornalino, doposcuola, computer..), attività artistico-espressie (teatro, coro, danza, corso di chitarra, corso di tastiera, corso di batteria e percussioni, laboratorio di icone..) e attività sportive (calcio, basket, pallavolo …) Tutte le attività possono variare di anno in anno. Gli iscritti all’Oratorio Centro Giovanile sono tutti invitati a far parte di un gruppo e scegliere una o più attività. I gruppi sono: SAVIO CLUB Piccoli Amici Piccolo Clero (ragazzi 8-10 anni) LAURA CLUB Elementari (ragazze 8-10 anni) SAVIO CLUB Ragazzi amici Ministranti (ragazzi 11-13 anni) LAURA CLUB Medie (ragazze 11-13 anni) BIENNIO (ragazzi/e 14-15 anni) PREANIMATORI (giovani 16/25 anni) GEX GENITORI

 

Comunità

P. CARIGNANO Teodoro - Ec, IncOr, Coord FS Reg
P. FORMATO Lindo - Vc, ASC, Ex
P. NALESSO Gaetano - Dr, Pr

 

Informazioni

Centralino (0965) 76.11.28
Fax Oratorio (0965) 76.62.08

 

Contatti

INDIRIZZO: Opera Salesiana
Via Trieste, 46
89035 BOVA MARINA (RC)
TELEFONO (0965) 76.11.28
FAX (0965) 76.11.28
E-MAIL: bovamarina@donboscoalsud.itLINK: http://www.cineteatrodonbosco.it

Eventi Ispettoria

loading eventi

News ANS

  Nessun contenuto disponibile

Newsletter

Mantieniti aggiornato, ricevi le nostre news